Quando si iniziano dei lavori in casa (e non solo) uno dei primi pensieri è: cosa fare con i rifiuti da demolizione?
La prima cosa in assoluto da sapere è che per questi rifiuti è espressamente vietato l’abbandono, per cui vanno smaltiti in maniera corretta e col supporto di una ditta specializzata.

Quali materiali rientrano nei rifiuti da demolizione?

I rifiuti derivanti dall’attività di costruzione e demolizione sono diversi, ma possono essere racchiusi nelle seguenti categorie:
– residui derivanti dalle lavorazioni di materiali e componenti,
– involucri o confezioni di tali materiali;
– residui derivanti dalle demolizioni e dagli scavi;
– cemento;
– miscele bituminose;
– ferro e acciaio;
– terra e rocce

Il trasporto dei rifiuti

Il trasporto dei rifiuti dal sito di produzione alla destinazione finale di recupero o di smaltimento, può essere effettuato direttamente dal produttore/detentore con mezzi propri ovvero da terzi autorizzati e deve sottostare alle disposizioni della normativa ambientale, del trasporto di merci e del codice della strada.

Nel caso in ci si affidi a terzi, bisogna verificare che il trasportatore del rifiuto sia dotato della prevista autorizzazione, oltre ad accertare l’autorizzazione dell’impianto di destinazione riguardo alla specifica tipologia di rifiuti conferiti.

La nostra impresa offre un servizio di smaltimento rifiuti specializzato e saremo lieti di accompagnarvi nella realizzazione dei vostri lavori. Avete ancora domande sullo smaltimento dei rifiuti da costruzione? Allora venite a trovarci e saremo lieti di spiegarvi tutto sulle misure necessarie da applicare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 9 =